Rimborsi Iva, pronti i nuovi modelli

Con il provvedimento 87349/2015 pubblicato venerdì 26 giugno 2015, l'Agenzia delle Entrate ha approvato i nuovi modelli di fidejussione bancaria o assicurativa, per le richieste di rimborso dei crediti Iva annuali e trimestrali. La modifica si è resa necessaria a seguito delle modifiche introdotte dal decreto semplificazioni (d.lgs. 175/2014). La finalità della nuova norma è di ridurre le tempistiche e i costi per l'esecuzione dei rimborsi, e seguendo tale logica le istruzioni dei nuovi modelli precisano che il periodo presunto per il calcolo degli interessi da garantire per il ritardo nell'esecuzione dei rimborsi si riduce da 120 a 60 giorni. Detti interessi non vengono computati nel calcolo degli interessi da garantire per il periodo di validità della garanzia. Per i rimborsi in procedura semplificata, le istruzioni precisano che si eliminano dall’ammontare da garantire per l’esecuzione dei rimborsi in procedura semplificata gli interessi per il ritardo nell’esecuzione dei rimborsi, superando così le indicazioni contenute nella circolare 32/E/2014. I nuovi modelli sono già utilizzabili, anche se è possibile utilizzare ancora quelli precedenti, approvati con il provvedimento del 10.06.2004, fino al 31.12.2015. Si ricorda che la garanzia è dovuta solo per i rimborsi superiori a 15 mila Euro, purché non ricorrano le specifiche condizioni di esonero introdotte dal D.lgs. 175/2014.
 

Lascia un commento