Come si calcola l’acconto Irap 2018 per le persone fisiche e società di persone?

Ai sensi dell’art. 30, comma 3, del D.Lgs. n. 446/1997 il versamento in acconto dell’IRAP deve essere effettuato seguendo le stesse regole stabilite per la determinazione delle imposte sui redditi dei soggetti IRPEF. Pertanto, l’acconto relativo al periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2018 è dovuto, per le persone fisiche e le società o associazioni di cui all’articolo 5 del Tuir, nella misura pari al 100 per cento dell’importo indicato nel rigo IR21, sempreché tale importo sia superiore a euro 51,65 euro.

Per esempio:
la signora Olga soggetta a studi di settore evidenzia al rigo IR21 del Mod. Irap 2018 un importo pari a 2.000 euro.
L’acconto Irap 2018 sarà pari a 2.000 €, ed è dovuto in due rate:

  • la prima di € 800,00 (2.000 × 40%) entro il 02.07.2018 (il 30 giugno cade di sabato), il versamento della prima rata non è dovuto se d’importo non superiore a euro 103,00.
  • la seconda di € 1.200,00 (2.000 × 60%) entro il 30.11.2018.
È facoltà del contribuente commisurare i versamenti in acconto sulla base dell’imposta che si prevede di determinare per lo stesso periodo di competenza, ferma restando, in tal caso, l’applicazione, ai fini del regime sanzionatorio, delle disposizioni dell’articolo 4, comma 2, del D.L. n. 69 del 1989, convertito dalla legge n. 154 dello stesso anno.